Cagliari sta affrontando una sfida ambiziosa ed entusiasmante con la candidatura a Capitale Europea della Cultura per il 2019. A sorpresa è arrivata tra le sei finaliste che a Ottobre ospiteranno la commissione di valutazione che sceglierà la città che rivestirà un ruolo tanto importante. Giovedì 10 luglio Piazza Palazzo (la piazza storica nel cuore di Castello su cui si affacciano la Cattedrale, l’ex Palazzo di Città e la Prefettura tutt’oggi invasa dalle automobili e derubricata a “parcheggio” da amministrazioni poco lungimiranti) sarà teatro di “NEXT, LA REPUBBLICA DELLE IDEE” che lancerà in diretta nazionale gli ultimi mesi di candidatura di Cagliari come capitale di cultura e innovazione.

logo-IT cagliari 2019

In questi prossimi mesi uno degli appuntamenti più importanti per chi si occupa di paesaggio, territorio, bellezza, formazione e sviluppo urbano sarà la Terza Scuola Estiva Internazionale di Architettura di Cagliari,  per la quale sono da oggi aperte le iscrizioni.

Questa edizione, che ha come titolo “PAESAGGI CULTURALI. Progetti per una capitale europea della cultura 2019″, è organizzata dal DICAAR di Cagliari e dal DADU di Alghero: una collaborazione tra le due università della Sardegna che evidenzia come il progetto collettivo di candidatura ha l’ambizione di diventare patrimonio comune di tutta l’isola.

locandina-scuola-estiva-ita-2014

La scuola affronta tematiche legate alla candidatura del capoluogo sardo a Capitale Europea della Cultura 2019, occasione per ricollocare l’intera Sardegna al centro di un progetto di futuro che fa della sua perifericità il punto di forza e ricolloca la ricchezza del suo paesaggio locale in una prospettiva globale.

In particolare, la scuola intende affrontare il problema delle trasformazioni del paesaggio sardo indotte dalle attuali condizioni ambientali e dal bisogno di prefigurare un nuovo orizzonte culturale e di sviluppo. È una questione che richiede una visione progettuale capace di mettere in stretta relazione le infrastrutture, il paesaggio, il contesto locale e i modelli socio-economici di riferimento.

Maggiori informazioni si possono trovare al sito cagliariarchitettura.it