Sara Usai - Tappeto (task 2)

Nel mio progetto, frutto di una ricerca circolare, punto di arrivo non significa necessariamente conclusione. La successione numerale dei task non corrisponde a quella cronologica (task 2 è l’immagine da cui sono partita).

Il tema del progetto è il tappeto non inteso come piano orizzontale ma segno primordiale di appropriazione dello spazio. Relazionarlo con i libri significava tracciare una mappa che si intrecciasse tra i nodi del tappeto segnando – aree disposizione libro-.

Fondamentale il ruolo di Londra ; stimoli e ispirazioni hanno definito l’evoluzione dei lavori. Alla National Gallery abbiamo notato che calpestare una moquette cambiasse sensibilmente l’acustica di una stanza; quindi l’idea di mutare la percezione auditiva dentro il bookshop : volta a cupola intradossata rivestita di piramidi come il pala diamanti. La scelta del polistirolo ,fortemente isolante e leggero ,va da se . La cupola è sollevata di 50 cm affinché tappeto e libri siano sempre visibili.