Marco Noli - Il passaggio

I primi stimoli che hanno creato l’input per il processo creativo della creazione di un bookshop, nascono dalla riflessione sul fatto che in questo spazio si possano incontrare i diversi protagonisti che ruotano attorno alla produzione di un libro: dallo scrittore al distributore, dal protagonista di una storia al lettore, figure che si possono pensare distanti nello spazio ma anche strettamente collegate: é quindi la ricerca di abbattere dei limiti fisici che si traduce con una serie di pareti bucate/sfondate che chi percorre il bookshop è costretto ad attraversare, passando dentro dei microambienti che si ricreano tra i diversi setti e che possono essere dedicati ai diversi protagonisti prima citati, dallo spazio per il lettore, dove la bucatura assume delle curve morbide, allo spazio dello scrittore dove verrebbero proiettate delle scritte.